Ultima modifica: 4 ottobre 2017
Istituto Graziella Fumagalli > Regolamento e Norme di comportamento

Regolamento e Norme di comportamento

Divieti

  • Durante le ore dell’ attività scolastica, così come durante l’intervallo, è tassativamente proibito uscire dall’Istituto senza il permesso del Dirigente Scolastico o di un suo delegato.
  • Durante il cambio dell’ora gli alunni devono attendere gli insegnanti nelle rispettive classi. Non è consentito uscire nei corridoi per non disturbare chi già sta lavorando e per rendere più veloce il cambio dell’ora.
  • Poiché la sorveglianza dei corridoi e quella delle classi, se assenti gli insegnanti, è affidata al Personale non Docente (Bidelli), gli alunni sono tenuti a tenere in debito conto le loro eventuali osservazioni.
  • Durante l’intervallo gli alunni possono anche rimanere in classe, purché tengano un comportamento tranquillo (per es. niente partite di calcio fra i banchi, lanci di foglietti dalle finestre, battaglie col gesso, ecc.); comunque, le bevande devono essere consumate o presso le macchine distributrici; è vietato quindi, portarle in classe e in palestra; o nei laboratori.
  • Durante le ore di Educazione Fisica tutti gli alunni sono tenuti a partecipare alle lezioni, così come gli esonerati dall’attività motoria sono tenuti ad assistere alla lezione stessa.
  • In Istituto è assolutamente vietato fumare.
  • Si ricorda che l’accesso è permesso solo dalle ore 7,50 per motivi di sicurezza.
  • E’ severamente vietato l’uso dei telefoni cellulari all’interno dell’Istituto.

Circolazione negli spazi interni alla recinzione dell’Istituto

(Biciclette, moto, motorini)

  • Va mantenuta una velocità minima.
  • E’ vietato qualsiasi spostamento che non sia finalizzato alle entrate e alle uscite

Assenze

  • Ogni assenza breve (fino a 4 giorni) deve essere giustificata dal docente della prima ora di lezione
  • Per le assenze di 5 giorni o superiori i libretti vanno depositati entro le ore 7.55 presso la bidelleria all’ingresso. “Non verranno accettati i libretti presentati in ritardo”.

Permessi di entrata fuori orario

  • Le entrate fuori orario vanno sempre autorizzate dal Dirigente Scolastico o da un docente delegato e vistate dall’insegnante.
  • Comunque non dovranno mai superare la prima ora di lezione.
  • Pertanto dopo la 1^ ora di lezione non verrà concessa nessuna autorizzazione salvo motivi eccezionali concordati con il Dirigente Scolastico o il docente delegato il giorno precedente e documentati.

Permessi di uscita fuori orario

  • L’autorizzazione ad uscire dalla scuola, prima del normale orario va richiesta al Dirigente Scolastico o al docente delegato facendo uso dell’apposito libretto che dovrà essere consegnato al centralino al momento dell’entrata in Istituto.
  • L’autorizzazione può essere concessa solo per l’ultima ora di lezione, salvo motivi eccezionali concordati con il Dirigente Scolastico o il docente delegato il giorno precedente e documentati.

Assemblee

(non si possono tenere negli ultimi trenta giorni di lezione)

Assemblee di Istituto

  • Le assemblee di Istituto, di diritto una volta al mese, nei limiti delle ore di lezione, sono convocate dal Dirigente Scolastico su richiesta della maggioranza del Comitato studentesco (rappresentanti di classe) o su richiesta del 10% degli alunni.
  • I moduli per le richieste vanno ritirati in segreteria e consegnati in Presidenza in tempo utile.

Assemblee di classe

  • Le richieste di assemblee di classe (per un totale di due ore mensili), debitamente compilate sugli appositi moduli da richiedere in segreteria, vanno presentate, unitamente al Registro di Classe in Presidenza durante l’intervallo almeno un giorno prima della data prevista per l’assemblea stessa.

Riunione dei Rappresentanti di classe

  • Le riunioni dei rappresentanti di classe, che dovranno essere sempre autorizzate dalla Presidenza, di regola devono svolgersi fuori orario scolastico.

Diritti e doveri degli studenti

Diritti

  • Lo studente ha diritto di conoscere all’inizio dell’anno scolastico gli obiettivi didattici, la metodologia e i criteri di valutazione dei singoli insegnanti.
  • Lo studente ha diritto di essere valutato mediante una sufficiente quantità e varietà di verifiche affinché la sua valutazione sia attendibile.
  • Lo studente ha diritto di conoscere in tempi rapidi i risultati delle verifiche, sia scritte sia orali; è opportuno che egli conosca, oltre al voto, anche un giudizio sulle sue prestazioni.
  • Gli studenti hanno diritto di proporre corsi di sostegno e attività parascolastiche.
  • Lo studente ha diritto alla segretezza delle informazioni riguardanti lui e la sua famiglia, anche se fornite spontaneamente.
  • Lo studente ha diritto al rispetto della dignità personale; nessuno studente deve essere trattato con espressioni ingiuriose o sarcastiche, né essere oggetto di ingiustizie o aggressioni psicologiche.
  • Lo studente ha diritto di svolgere le proprie attività in ambienti scolastici salubri e ben attrezzati.

Doveri

  • Lo studente è puntuale ed assiduo alle lezioni e si assenta solo per gravi e giustificati motivi, per i quali informa la scuola.
  • Lo studente si presenta a scuola con il materiale didattico occorrente.
  • Lo studente usa un linguaggio corretto, evita ogni aggressività e parole offensive.
  • Lo studente tiene in ordine gli oggetti personali e porta a scuola solo quelli utili alle sua attività di studio.
  • Lo studente mantiene in ogni momento della vita scolastica un comportamento serio, educato e corretto. Rispetta il lavoro degli insegnanti e dei compagni.
  • Lo studente rispetta e fa rispettare i beni degli altri, il patrimonio della scuola e l’ambiente dove studia e lavoro; collabora a renderlo confortevole ed accogliente.
  • Lo studente risarcisce i danni , anche involontari, causati alle persone , agli arredi ed alle attrezzature.
  • Lo studente utilizza le strutture , le attrezzature e i servizi della scuola , anche al di fuori dell’orario delle lezioni, secondale regole e le procedure prescritte e le norme di sicurezza
  • Lo studente informa i genitori dei risultati scolastici e delle proprie assenze.

Mantenimento degli arredi e dei materiali didattici

  • E’ necessario che ogni alunno operi per il buon mantenimento dell’ambiente scolastico, delle aule, degli arredi e del materiale didattico.
  • Saranno addebitate agli alunni le spese per eventuali danni arrecati.
  • Si consiglia di non venire a scuola con grosse somme di denaro o con oggetti costosi.
  • La scuola non risponde di eventuali ammanchi.

Malesseri

  • Se qualche alunno non dovesse sentirsi bene, cioè in caso di malore, occorre rivolgersi ai bidelli o direttamente alla segreteria. In nessun caso è consentito telefonare o fare telefonare dai compagni, direttamente a casa. A ciò provvederà la segreteria, previa autorizzazione del Dirigente Scolastico.

 

Regolamento completo

Qui è possibile scaricare e leggere il Regolamento completo, con l’integrazione successiva

Regolamento completo

Integrazione

 

Patto educativo di corresponsabilità

Patto educativo di corresponsabilità

Circolare sulle norme di comportamento

Circolare sulle norme di comportamento per una serena e civile convivenza a scuola

 




Link vai su